fbpx
Habilitas Ex Machina: le prospettive delle tecnologie abilitanti

Caffé Pedrocchi (Sala Rossini), Via VIII Febbraio, 15, Padova // In diretta streaming - 30 Settembre 2021 - 17:00

Habilitas Ex Machina: le prospettive delle tecnologie abilitanti

I nuovi paradigmi della disabilità non vedono la persona disabile come portatrice di difetto, relegando il problema alla sfera medica e individuale, ma di soggetto con esigenze speciali posto innanzi a fattori ambientali che ne facilitano o ostacolano l’abilità e la partecipazione alla vita della propria comunità.

Normali azioni che tutti noi compiamo abitualmente possono essere accessibili grazie all’ausilio di dispositivi e tecnologie: dalla stampella fino agli occhiali, sono tantissimi gli strumenti che gran parte della popolazione usa per poter avere equo accesso alle possibilità che la società offre e alle azioni richieste dalla quotidianità, lavorativa e non.

Oggigiorno, le tecnologie hanno raggiunto una sofisticazione e pervasività tale da non venir distinte più capacità stesse dell’essere umano: in una società dove la mancanza di accesso a internet e di uno smartphone significano menomazione e isolamento, dove si traccia il confine fra la persona e le tecnologie di cui dispone, dove spostiamo la linea di demarcazione fra presunta normalità e disabilità?

Va da sé che la disponibilità di ausili tecnologici avanzati permette a moltissime persone considerate “disabili” di essere di fatto “abili”, nonostante menomazioni fisiche o sensoriali. Nasce quindi una sfida: progettare oggetti, tecnologie, dispositivi, che permettano l’inclusione di tutti e tutte nella vita della comunità.

Questo evento ospiterà il conferimento del Premio intitolato a Luca Ometto, avente per tema l’innovazione e le tecnologie abilitanti: il progetto vincitore ha saputo fornire una risposta ingegneristica d’avanguardia a questa sfida, aprendo prospettive interessanti per le sue ricadute sociali positive. Con la vincitrice, ospiteremo in una tavola rotonda persone e organizzazioni che si confrontano quotidianamente con gli ostacoli ambientali all’abilità, trovando risposte concrete.


L’evento è organizzato con il patrocinio della Camera di Commercio I.A.A. di Padova e del Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Veneto, nell’ambito del Festival dello Sviluppo Sostenibile.

L’Associazione Luca Ometto Onlus, sostenitrice del Premio in memoria di Luca Ometto, è da sempre impegnata nella raccolta fondi per la ricerca sul glioblastoma. A conclusione della premiazione della seconda edizione del Premio, l’Associazione Luca Ometto Onlus, organizza presso il Caffè Pedrocchi dalle ore 19,30 una cena di gala, a cui parteciperà l’imprenditoria del territorio e le autorità locali e nazionali, con uno spettacolo a sorpresa. Prenotazioni e ulteriori dettagli a questo link.

Programma

Clicca per leggere la scaletta dell'evento

17:00 | Accoglienza ospiti

17:30 | Saluti

• Gianni Dal Pozzo, Presidente Associazione Alumni dell’Università degli Studi di Padova

"Il Premio Luca Ometto": obiettivi e motivazioni

• Valentina Ometto, Presidente Associazione Luca Ometto Onlus
• Paolo Gubitta, Presidente commissione di valutazione del Premio di laurea Luca Ometto

"La classificazione di movimenti della mano da segnali EEG tramite algoritmi di deep learning"

• Giulia Bressan, vincitrice del Premio "Luca Ometto", II edizione, laurea magistrale in ICT for Internet and Multimedia

Tavola rotonda "Habilitas Ex Machina"

Modera:
• Domenico Lanzilotta, Giornalista e imprenditore, co-founder di Blum

Ne parlano:
• Francesco Bettella, campione paralimpico e ricercatore, Università degli Studi di Padova
• Marco Dalla Bernardina, Presidente Consiglio Regionale Giovani Imprenditori Confindustria Veneto
• Fausto Panizzolo, CEO & Founder, Moveo S.r.l.
• Silvana Santi, Presidente, Associazione Civitas Vitae Sport (OIC)

19:00 | Conclusioni

Partecipazione

L’evento si terrà il giorno giovedì 30 settembre 2021, ore 17:00, in modalità duale, in presenza nella Sala Rossini dello storico Caffé Pedrocchi, e da remoto in diretta streaming sul canale YouTube dell’Associazione Alumni.

Attenzione: i posti in presenza sono attualmente esauriti. La diretta streaming è visibile a questo link: https://youtu.be/yf8ACT8WVWY

 

Luca Ometto e il Premio in memoriam

Il Premio deve il nome a Luca Ometto, giovane imprenditore padovano, mancato per glioblastoma a soli 41 anni. Luca è stato un precursore nel mondo dell’e-commerce, insignito del Premio Volpato-Menato 2016 per le sue capacità visionarie e imprenditoriali, fondando Webster srl, che con il portale Libreriauniversitaria.it è diventata una delle più importanti librerie on line in Italia. Luca Ometto ha interpretato al meglio lo spirito imprenditoriale contemporaneo: è stato tra i primi in Italia a cogliere le potenzialità della digital economy nell’editoria, intuendo con largo anticipo la trasformazione di questo settore e contribuendo a generarla lasciando la sua impronta.

Il Premio è istituito in memoriam dall’Ateneo di Padova, in collaborazione con le Associazioni Alumni e Amici dell’Università di Padova, il Centro di Ateneo per la Connettività e i Servizi al Territorio – VSIX, l’I-Center di Padova, grazie al sostegno dell’Associazione Luca Ometto ONLUS.

Viene premiato l’autore o autrice del miglior progetto o elaborato di tesi sperimentale che riguardi le tecnologie abilitanti e innovazione. Obiettivo del Premio quello di selezionare i migliori contributi volti a implementare soluzioni per: innovare i processi, i prodotti e i servizi in tutti i settori economici e sociali dell’attività umana; generare significative ricadute positive per lo sviluppo sostenibile delle città ed elevare il livello di comfort e benessere del cittadino o rendere più efficiente e innovativo l’ambiente di lavoro; creare un valore grazie all’utilizzo di tecnologie avanzate in grado di aumentare l’impatto commerciale, industriale e sociale di un bene o di un servizio lungo tutta la catena del valore.

Premio Luca Ometto

 

Condividi