Meet Your Future: a tu per tu con Francesco Castelli

16 Maggio 2017 Associazione Alumni_admin Categories news, Senza categoria

Lunedì 15 maggio 2017, presso l’aula 2BC60 del Dipartimento di Matematica, si è tenuto il quarto incontro del progetto “Meet Your Future: a tu per tu con il domani”, un evento ideato e organizzato dall’Associazione Alumni dell’Università degli Studi di Padova. Un appuntamento importante e utile per i giovani studenti di matematica che hanno avuto la possibilità di ascoltare la storia di Francesco Castelli, ex alunno della loro stessa facoltà che ha raccontato con entusiasmo il suo percorso, prima da studente e ora da professionista come specialista in Risk Management, dopo una dura selezione al Graduate Program di UnicreditA moderare l’incontro Mattia Gusella, consigliere dell’Associazione Alumni e promotore di Meet Your Future, insieme a Edoardo Marangoni, referente dell’ufficio stampa.

Il racconto di una giovane esperienza: il successo delle soft skill

Sono stati affrontati molti temi. Francesco ha raccontato il suo percorso di studi, la sua vita da studente e il suo rapporto con i professori che più l’hanno ispirato, citando e sottolineando l’utilità anche delle sue esperienze all’estero. Dall’Erasmus in Inghilterra sino all’America, dove ha avuto l’occasione di frequentare la Summer School in collaborazione con l’ Università degli Studi di Padova. 

Per tutta la durata dell’incontro, Francesco non ha perso l’occasione di rimarcare ai suoi giovani colleghi l’importanza delle soft skill, da lui ritenute essenziali per affermarsi con successo nella vita personale e nel mondo del lavoro. Ha parlato della sua passione per il ciclismo e degli insegnamenti di vita ricevuti dai suoi allenatori Marino e Sandro, del suo ruolo di coach e di quanto lo sport gli abbia insegnato a non mollare mai davanti alle difficoltà .

Raggiungere l’obbiettivo ripaga di tutti gli sforzi” – ci spiega.

Racconta anche delle sue esperienze di volontariato all’estero, fondamentali nel formare le sue capacità di lavorare in team e di imparare lo spirito di squadra.

Le soft skill sono importanti tanto quanto le competenze tecniche”- e aggiunge – “È giusto sviluppare non tanto le proprie conoscenze quanto più saper affrontare un problema nel momento in cui arriva.

Un messaggio importante quello del giovane Francesco che invita calorosamente i ragazzi a non tralasciare le attività extra-curriculari per affrontare la vita, anche dopo l’Università.

Le domande degli studenti 

Dopo il racconto di Francesco arrivano le prime le domande e a rompere il ghiaccio è il moderatore dell’incontro che chiede: Ma, quindi, il ruolo dell’Università è servito oppure no?”  e l’Ospite risponde: “Certo. La matematica dà una forma mentis che ti permette di passare dall’astratto al concreto. Ti insegna a spacchettare il problema che hai davanti in singole parti per trovare la soluzione finale. Questo per me è stato davvero importante.” 

Una risposta chiara e incoraggiante che ha attivato gli studenti. I ragazzi hanno iniziato a rivolgere a Francesco molte domande, anche di tipo pratico, con cui hanno cercato di capire cosa gli riserva il domani nel mondo del lavoro.

– Visto che sei stato per un po’ all’ estero, hai mai pensato di restarci? Perché hai deciso di tornare in Italia?

–  Qual è la tua giornata tipo al lavoro? I tuoi orari sono flessibili?

–  Come hai fatto a trovare questa offerta di lavoro?

–  Quali sono gli ambiti della matematica che più ti interesserebbe approfondire?

Francesco risponde con grande lucidità, spiega della sua decisione di restare qui in Italia, degli orari di lavoro flessibili, del suo costante aggiornamento del curriculum per trovare una buona posizione. Parla di Machine Learning e Big Data e del suo forte interesse verso questi nuovi ambiti della matematica che spera di riuscire ad approfondire.

Mai smettere di imparare e formarsi

La conclusione di Francesco Castelli è molto incoraggiante e, soprattutto reale, 

L’importante è non smettere mai di formarsi e di stare al passo con i tempi.” 

Un consiglio che rispecchia le reali modalità del nuovo mercato del lavoro, flessibile, dinamico e sempre "in aggiornamento". 

Questo giovane Alumno ha raccontato il suo approccio curioso e positivo verso la vita e la sua grande capacità di saper apprendere da chi ha esperienza con grande rigore e umiltà. 

Un approccio che gli ha permesso di sviluppare anche competenze che solo la vita insegna e che spesso fanno la differenza per raggiungere posizioni di lavoro interessanti con successo.