Lisa Calearo, vincitrice del premio di laurea in memoria di Luca Russo

18 Gennaio 2019 Associazione Alumni_admin Categories news

Lisa Calearo è la vincitrice della prima edizione del premio di laurea dedicato a Luca Russo, Alumno laureato in ingegneria Energetica nel 2016, scomparso tragicamente nell’attentato l’anno successivo a Barcellona, dove si trovava per una vacanza.

Il premio, del valore di 2000 euro, è stato indetto dal Dipartimento di Ingegneria Industriale dell’Università degli Studi di Padova con l’assenso della famiglia Russo, per dare un riconoscimento ad un giovane ingegnere patavino ed onorare così la memoria di Luca.

Lisa Calearo, anche lei ingegnere energetico come Luca Russo, lavora come ricercatrice presso l’Università danese DTU – Danmarks Tekniske Universitet – nella quale ha precedentemente concluso i suoi studi con la partecipazione al progetto TIME che ricorda cosi’: “La svolta principale che mi ha permesso di diventare quanto sono oggi è stata la scelta di partecipare, due anni fa, al concorso TIME che permette di ottenere la doppia laurea, in Italia, all’Università degli studi di Padova e alla DTU in Danimarca”.

Prima come studentessa, ora come lavoratrice,  Lisa Calearo è una testimone ‘fuori confine’ della solida formazione data dagli studi presso l’Ateneo patavino e ci racconta:

“Gli alumni provenienti dall’Università di Padova sono stimati, specialmente per le loro competenze teoriche. L’Università di Padova mi ha sicuramente fornito una valida preparazione tecnica, ma ha contribuito anche alla mia formazione come persona. La facoltà di Ingegneria cura soprattutto la conoscenza teorica e questo può essere in parte limitativo, ma sicuramente essa è la base dell’esperienza: come ingegneri, se si conosce la teoria, con il tempo e con l’esperienza, si impara e affina la pratica”

Agli ingegneri neolaureati consiglia di essere aperti a nuove esperienze, ricettivi ed umili. Inoltre consiglia di apprezzare e comprendere uno dei valori che l’Università le ha principalmente trasmesso: la perseveranza.

“L’Università di Padova e la DTU sono Università di alto livello, che richiedono molti sacrifici, ma allo stesso tempo danno tante soddisfazioni. La perseveranza, vale a dire la capacità di “non mollare mai” davanti agli ostacoli della vita, è sicuramente quanto ho imparato nel percorso universitario. I primi anni sono i più difficili, solo con costanza e determinazione si riesce a superare gli esami e ad ottenere la votazione desiderata”

Dopo più’ di due anni trascorsi all’estero sarebbe disposta a ritornare in Italia?

“Sì, certamente – risponde – ma al momento non è possibile perchè, mentre in Danimarca io non ho difficoltà a trovare lavoro perchè parlo inglese (non e’ necessario saper parlare il danese) in Italia il mio compagno, così come molti stranieri, per trovare lavoro dovrebbe saper parlare bene l’italiano (nonostante parli bene inglese). Qui in Danimarca gli ingegneri sono molto richiesti, è necessario avere una buona preparazione teorica ma anche saper utilizzare svariati programmi tecnici. Inoltre è sicuramente importante avere un buon livello di padronanza della lingua inglese, ma non è essenziale conoscere la lingua danese”

Continuate a seguirci per restare aggiornati sull’uscita della seconda edizione del premio di laurea in memoria di Luca Russo, prevista per il 2019.

 

Condividi