fbpx

Premio di tesi di dottorato "Tullio Levi-Civita"

 

Tullio Levi-Civita nasce a Padova il 29 marzo 1873, da famiglia ebraica. Nel 1894 si laurea in Matematica, con una tesi sugli “Invarianti assoluti”, all’Università degli Studi di Padova, dove successivamente, dal 1897 al 1918, terrà la cattedra di Meccanica Razionale. Rinomato in Italia e all’estero per i contributi scientifici in Meccanica Analitica, Geometria Differenziale e Analisi Globale, di lui si ricorda soprattutto l’invenzione del “trasporto parallelo”. Rimane inoltre celebre il carteggio del 1915 con Albert Einstein, al quale corregge le bozze delle equazioni della Relatività Generale e con il quale nascerà un rapporto di reciproca stima.

Allontanato dall'insegnamento dal decreto “sulla difesa della Razza” del 1938 per via delle origini ebraiche, non accetterà in seguito posizioni lavorative in paesi stranieri, continuando autonomamente i propri studi in Italia. La situazione dell’Italia di regime lo turba comunque profondamente, tanto che le condizioni fisiche di Levi-Civita si deteriorano fino alla morte, sopraggiunta il 29 dicembre 1941.

Il Dipartimento di Matematica "Tullio Levi Civita" dell'Università di Padova deve il nome proprio a questo celebre matematico, e ha deciso di istituire in sua memoria, per celebrare lo scienziato e l'uomo, l'omonimo Premio di Tesi di Dottorato.

Corvallis Holding SpA è una delle prime aziende italiane nei servizi IT spaziando su consulenza, software integration, servizi applicativi e outsourcing. Come ha espresso l'Amministratore Delegato Enrico del Sole, per Corvallis il Premio rappresenta un modo per dare a studenti e futuri professionisti uno strumento di crescita, nel qui e ora del nostro Paese.

L'Associazione Alumni promuove un Premio intitolato a uno dei propri più celebri Alumni, in favore di coloro che hanno compiuto i propri studi presso l'Ateneo di Padova, in linea con la propria mission di promozione del benessere sociale, economico e culturale dei propri membri.

Il premio è riservato a giovani studiose e studiosi che abbiano completato una tesi di dottorato nell'ultimo anno antecedente la chiusura del bando. Le candidate e i candidati non dovranno aver compiuto i 32 anni di età alla data di pubblicazione del bando.

Per quanto riguarda il tema, verrà selezionato il miglior elaborato che tratti, in maniera innovativa e con ricadute applicative o scientifiche notevoli, uno dei seguenti temi:

  • Meccanica analitica
  • Geometria differenziale
  • Problemi variazionali

L'importo del Premio è di 5000 €.

La domanda di partecipazione al concorso deve essere presentata entro il termine perentorio di scadenza del bando, ora prorogato al 31 marzo 2020.

La domanda dovrà essere presentata tramite poste regolare, PEC o di persona, secondo le istruzioni reperibili nel bando.


 

Per visionare il bando del Premio, clicca il pulsante qui sotto

 

 

 


 

Leggi di più sulle edizioni del bando

 


 

Per visionare il bando del Premio, clicca il pulsante qui sotto

 

Condividi